Circolare n. 976

Novità del Decreto Milleproroghe – D.L. 198/2022

In data 30.12.2022 è entrato in vigore il c.d. “Decreto Milleproroghe” (D.L. 198/2022 del 29.12.2022).

Tra le novità si segnalano:

  • la proroga al 30.06.2023 del termine per la presentazione della dichiarazione IMU relativa all’anno di imposta 2021;
  • la proroga della sterilizzazione delle perdite civilistiche (D.L. 23/2020 art. 6) emerse nell’esercizio in corso alla data del 31.12.2022;
  • la proroga della sospensione degli ammortamenti (D.L. 104/2020 art. 7-bis) all’esercizio in corso al 31.12.2023;
  • l’esonero per il 2023 dall’obbligo di emissione della fattura elettronica (D.L. 119/2018 art. 10-bis) per gli operatori sanitari tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria;
  • la proroga all’ 01.01.2024 dell’entrata in vigore dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri (D.Lgs. 127/2015 art. 2 c.6-quater) per i soggetti tenuti all’invio degli stessi al Sistema di Tessera Sanitaria;
  • la proroga per il 2023 e il 2024 del contributo per l’acquisto di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici (DPCM 6.04.2022 art.2 c.1 lett. f-bis).

Alcune novità introdotte dal D.L. 198/2022 del 29.12.2022

Presentazione della Dichiarazione IMU per l’anno 2021 – proroga al 30.06.2023

È stato ulteriormente prorogato al 30.06.2023, il termine per la presentazione della dichiarazione IMU relativa alle variazioni intervenute nel corso dell’anno 2021.

La proroga interessa anche le dichiarazioni IMU degli enti non commerciali. Ricordiamo che per tali soggetti la dichiarazione IMU deve essere presentata ogni anno a prescindere dal verificarsi di variazioni che influiscano sulla determinazione dell’imposta dovuta.


Sterilizzazione delle perdite – proroga all’esercizio in corso al 2022

Sono state estese alle perdite emerse nell’esercizio in corso 2022 le disposizioni relative alla “sterilizzazione” delle perdite che prevedono la sospensione di alcuni obblighi normativi stabiliti a protezione del capitale sociale (ex art. 6 del D.L. 23/2020).

Le disposizioni richiamate nella Circolare di Studio n. 951 del 11.04.2022 cui si rinvia, si applicheranno anche alle perdite emerse nell’esercizio in corso alla data del 31 dicembre 2022.

Nello specifico, per le perdite emerse nell’esercizio in corso alla data del 31dicembre 2022:

  • in caso di riduzione del capitale per perdite di oltre 1/3 senza che quest’ultimo si riduca al di sotto del minimo legale (artt. 2446 c.2 e 2482-bis c. 4 del c.c.), la disposizione posticipa al quinto esercizio successivo (bilancio al 31.12.2027, per coloro che hanno il periodo di imposta coincidente con l’anno solare) il termine entro il quale la perdita deve risultare diminuita a meno di 1/3
  • in caso di riduzione del capitale per perdite di oltre 1/3 con riduzione dello stesso al di sotto del minimo legale o azzeramento (artt. 2447, e 2482-ter del c.c.), è consentito all’assemblea di rinviare l’obbligo di ricapitalizzazione, trasformazione o scioglimento alla chiusura del quinto esercizio successivo (bilancio al 31.12.2027, per coloro che hanno il periodo di imposta coincidente con l’anno solare);
  • fino alla data dell’assemblea che approverà il bilancio del quinto esercizio successivo (bilancio al 31.12.2027, per coloro che hanno il periodo di imposta coincidente con l’anno solare) non operano le cause di scioglimento per riduzione del capitale sociale al di sotto del minimo legale delle società di capitali (ex art. 2484 c. 1 n.4 del c.c.) nonché quelle relative alla perdita di capitale sociale delle cooperative (ex art. 2545-duodecies del c.c.).

Le perdite in esame dovranno essere distintamente indicate in Nota Integrativa specificando in appositi prospetti la loro origine e le movimentazioni intervenute nell’esercizio.


Sospensione degli ammortamenti – proroga per l’esercizio in corso al 31.12.2023

Per i soggetti che non adottando i principi contabili internazionali è stata estesa la facoltà di non effettuare fino al 100% gli ammortamenti annui del costo delle immobilizzazioni materiali ed immateriali, mantenendo il loro valore di iscrizione come risultante dall’ultimo bilancio approvato, anche per l’ esercizio in corso al 31.12.2023.

Rimangono valide le disposizioni già previste nella Circolare di Studio n. 951 del 11.04.2022 cui si rinvia.


Divieto di emissione di fattura elettronica per le prestazioni sanitarie – proroga per l’anno 2023

Con riferimento alle fatture relative a prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di persone fisiche, i cui dati sono da inviare al Sistema Tessera sanitaria ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, è stato confermato per il periodo di imposta 2023 il divieto di emissione di fatture elettroniche.


Obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi mediante il sistema tessera sanitaria – differimento al 2024

È stata posticipata all’01.01.2024 (anziché all’01.01.2023), la decorrenza dell’obbligo di adempiere alla memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi mediante invio dei dati al Sistema Tessera sanitaria, da parte dei soggetti che ne sono tenuti, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Ricordiamo che i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria possono già utilizzare in via facoltativa tale modalità.


Contributo per l’acquisto di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici – proroga per il 2023 e 2024

Per le annualità 2023 e 2024, a fronte dell’acquisto di infrastrutture di potenza standard per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica da parte di utenti domestici,  è riconosciuto un contributo pari all’80% del prezzo di acquisto e posa in opera, nel limite massimo di euro 1.500 per persona fisica richiedente. Tale limite è innalzato ad euro 8.000 in caso di posa in opera sulle parti comuni di cui agli artt. 1117 e 1117-bis del codice civile.

 

Lo Studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti e/o necessità.

Ultime Circolari

Circolare n. 979 – Legge di Bilancio 2023- Novità in materia di riscossione  Prima parte

Circolare n. 979 – Legge di Bilancio 2023- Novità in materia di riscossione Prima parte

La Legge di Bilancio 2023 (L.197/2022) ha introdotto importanti novità in materia di riscossione. Si analizzano le disposizioni riguardanti la definizione agevolata delle somme dovute a seguito dei controlli automatici e la possibilità di estendere i piani di rateazione, la regolarizzazione delle violazioni formali e il ravvedimento speciale delle violazioni tributarie sostanziali.

Circolare n. 978 – Novità in materia di crediti di imposta per l’energia elettrica e il gas naturale introdotte dalla Legge di Bilancio e dalla conversione in legge del Decreto “Aiuti-quater”.

Circolare n. 978 – Novità in materia di crediti di imposta per l’energia elettrica e il gas naturale introdotte dalla Legge di Bilancio e dalla conversione in legge del Decreto “Aiuti-quater”.

La Legge di bilancio 2023 (L. 197 del 29.12.2022) in vigore dal 01.01.2023 ha prorogato al primo trimestre 2023, con alcune modifiche, i crediti di imposta a favore delle imprese, istituiti al fine di compensare l’aumento dei costi sostenuti per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale.
Si segnala inoltre che con la conversione in legge del Decreto “Aiuti-quater” (D.L. 176/2022) avvenuta il 17.01.2023, è stato prorogato al 30.09.2023 il termine per l’utilizzo in compensazione dei crediti relativi al terzo e quarto trimestre 2022.

Circolare n. 977 – Investimenti pubblicitari

Circolare n. 977 – Investimenti pubblicitari

– Credito di imposta per gli investimenti pubblicitari effettuati nel 2022: nuovo termine per l’invio della dichiarazione sostitutiva, entro il 09.02.2023;
– Credito di imposta per gli investimenti pubblicitari effettuati nel 2023;
– Credito di imposta per sponsorizzazioni sportive effettuate nel I trimestre 2023.

Anni di esperienza

Si può dire che conosciamo il nostro lavoro. Da oltre trent’anni lo studio supporta il vostro business.

Clienti Soddisfatti

I clienti dello studio vengono seguiti in modo sartoriale dai nostri professionisti.

Dottori Commercialisti

I professionisti di cui dispone lo studio sono Dottori commercialisti e Revisori contabili.

Contattaci

Le tematiche fiscali e amministrative possono risultare complesse, vieni a parlarne con noi, ti aiuteremo a trovare la soluzione che fa per te!

info@studiopenta.it

 

(+39) 059 342651

 

Modena - Viale Corassori 62

 

Vignola - Via Caselline 633

 

Dal Lunedì al Venerdì 9.00 - 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30

 

2 + 15 =