Circolare n. 964

Crediti di imposta in materia di energia elettrica e gas naturale istituiti dal “Decreto Aiuti bis” convertito in legge, e dal “Decreto Aiuti-ter”

Il D.L. 115/2022 (c.d. Decreto“Aiuti -bis”) conv. in L. 142 del 21.09.2022 e il D.L. 144/2022 (c.d. Decreto “Aiuti-ter”) entrato in vigore il 24.09.2022 hanno prorogato ed ampliato in taluni casi i crediti di imposta a favore delle imprese al fine di compensare l’aumento dei costi sostenuti per l’acquisto dell’energia elettrica e del gas naturale.

L’Agenzia delle Entrate ha istituito i nuovi codici tributo per l’utilizzo in compensazione dei suddetti crediti di imposta.

Credito di imposta per le imprese energivore

E’ stato prorogato il credito di imposta istituito a favore delle imprese a forte consumo di energia elettrica – come definite con decreto del MISE del 21.12.2017 cui si rinvia – a parziale copertura dei maggiori oneri sostenuti per la componente energetica.

D.L. Aiuti-Bis

(ex art. 6 c. 1 del D.L. 115/2022)

D.L. Aiuti-Ter

 (ex art. 1 c.1, D.L. 144/2022)

Periodo di riferimento: terzo trimestre 2022 Periodo di riferimento: ottobre e novembre 2022

Soggetti beneficiari:

I soggetti beneficiari sono coloro che hanno subito un incremento del costo per KWh della componente energia elettrica, calcolati sulla base della media del secondo trimestre 2022 e al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, superiore al 30 per cento rispetto al medesimo periodo dell’anno 2019.

Il credito è riconosciuto anche in relazione alla spesa per l’energia elettrica prodotta dalle imprese e dalle stesse autoconsumata nel terzo trimestre 2022.

 

Soggetti beneficiari:

I soggetti beneficiari sono coloro che hanno subito un incremento del costo per KWh della componente energia elettrica, calcolati sulla base della media del terzo trimestre 2022 e al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, superiore al 30 per cento rispetto al medesimo periodo dell’anno 2019.

Il credito è riconosciuto anche in relazione alla spesa per l’energia elettrica prodotta dalle imprese e dalle stesse autoconsumata nei mesi di ottobre e novembre 2022.

§ Misura del credito:

Il credito spetta nella misura del 25% delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel terzo trimestre 2022.

§ Misura del credito:

Il credito spetta nella misura del 40% delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nei mesi di ottobre e novembre 2022.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023, cod. tributo “6968”;

–  ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023, cod. “6983”;

–   ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.


Credito di imposta per le imprese a forte consumo di gas naturale

E’ stato prorogato il credito di imposta a favore delle imprese a forte consumo di gas naturale – come definite con decreto del MITE del 21.12.2021 cui si rinvia – a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti per l’acquisto del gas naturale.

D.L. Aiuti-Bis

(ex art. 6 c. 2 del D.L. 115/2022)

D.L. Aiuti-Ter

 (ex art. 1 c.2, D.L. 144/2022)

Periodo di riferimento: terzo trimestre 2022 Periodo di riferimento: ottobre e novembre 2022

§ Misura del credito:

Il credito d’imposta spetta nella misura del 25% della spesa per l’acquisto di gas, consumato nel terzo trimestre 2022, se il prezzo medio di riferimento – 2° trimestre 2022è aumentato di oltre il 30% rispetto al medesimo trimestre del 2019.

§ Misura del credito:

Il credito d’imposta spetta nella misura del 40% della spesa sostenuta per l’acquisto di gas, consumato nei mesi di ottobre e novembre 2022, se il prezzo medio di riferimento – 3° trimestre 2022–  è aumentato di oltre il 30% rispetto al medesimo trimestre del 2019.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023, cod. tributo “6969”;

–  ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023, cod. tributo “6984”;

–   ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.


Credito di imposta per le imprese non energivore

È stato prorogato con modifiche, il credito a favore delle imprese diverse da quelle a forte consumo di energia elettrica, a parziale compensazione dei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l’acquisto della componente energia.

D.L. Aiuti-Bis

 (ex art. 6 c. 3 del D.L. 115/2022)

D.L. Aiuti-Ter

 (ex art. 1 c.3, D.L. 144/2022)

Periodo di riferimento: terzo trimestre 2022 Periodo di riferimento: ottobre e novembre 2022

Soggetti beneficiari:

Imprese diverse da quelle a forte consumo di energia elettrica, dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW.

Soggetti beneficiari:

Imprese diverse da quelle a forte consumo di energia elettrica, dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW.

§ Misura del credito:

Il credito d’imposta spetta nella misura del 15% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata nel terzo trimestre 2022, qualora il prezzo della stessa, calcolato sulla base della media riferita al 2° trimestre 2022, al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

§ Misura del credito:

Il credito d’imposta spetta nella misura del 30% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata nei mesi di ottobre e novembre 2022, qualora il prezzo della stessa, calcolato sulla base della media riferita al 3° trimestre 2022, al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023 cod. tributo “6970”;

–  ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023 con cod. tributo “6985”;

–   ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.


Credito di imposta per le imprese diverse da quelle a forte consumo di gas naturale

È stato prorogato il credito di imposta alle imprese diverse da quelle a forte consumo di gas naturale, a parziale compensazione dei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l’acquisto del gas naturale.

D.L. Aiuti-Bis (ex art. 6 c. 4 del D.L. 115/2022) D.L. Aiuti-Ter (ex art. 1 c.4, D.L. 144/2022)
Periodo di riferimento: terzo trimestre 2022 Periodo di riferimento: ottobre e novembre 2022

§ Misura del credito:

Il credito d’imposta è pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto gas, consumato nel terzo trimestre 2022 e spetta qualora il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media riferita al 2° trimestre 2022, dei prezzi di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore dei mercati energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

§ Misura del credito:

Il credito d’imposta è pari al 40% della spesa sostenuta per l’acquisto gas, consumato nei mesi di ottobre e novembre 2022 e spetta qualora il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media riferita al 3° trimestre 2022, dei prezzi di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore dei mercati energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023 cod. tributo “6971”;

–  ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.

§ Utilizzo del credito:

–  in compensazione tramite Mod. F24 entro il 31.03.2023 con cod. tributo “6986”;

–  ceduto per intero a terzi (con comunicazione da presentare all’agenzia delle entrate entro il 16.02.2023) e comunque utilizzato in compensazione dal cessionario entro il 31.03.2023.

 

Caratteristiche comuni a tutti i crediti sopradescritti

  • per la compensazione non si applicano i limiti di cui all’art. 1, c.53 della L. 244/2007 e di cui all’art.34 della L.388/2000;
  • non concorrono alla formazione del reddito ai fini IRPEF/IRES ed IRAP, né ai fini del rapporto di cui agli artt. 61 e 109 c.5 del TUIR;
  • sono cumulabili con altre agevolazioni sui medesimi costi, a condizione che tale cumulo non determini un superamento del costo sostenuto.

Lo Studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti e/o necessità.

Ultime Circolari

Circolare n. 949 – Dichiarazione dei redditi delle Persone Fisiche- Modello 730/2022 e Modello Redditi persone fisiche 2022

Le persone fisiche dovranno presentare entro il prossimo 30 novembre la dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2021 (Modello Redditi 2022).
I dipendenti e i pensionati possono, in alternativa, presentare il Modello 730 entro il termine ultimo del 30 settembre, ottenendo così il rimborso dell’IRPEF a credito direttamente nella busta paga (a partire dal mese di luglio) o nella rata di pensione (a partire dal mese di agosto o settembre).
In allegato, l’elenco dei dati e documenti, da produrre allo Studio entro il prossimo 15 Aprile necessari per la compilazione della dichiarazione dei redditi. In considerazione dell’emergenza epidemiologica, i Sigg. Clienti sono invitati ad inviare i documenti allo Studio via email o in alternativa, sono pregati di mettersi in contatto con lo Studio per concordare le modalità di consegna.

Circolare n. 898 – SPID, CIE e CNS

Il D.L. 76/2020 ha stabilito che l’accesso dei cittadini ai servizi della Pubblica Amministrazione dovrà avvenire solamente attraverso lo SPID, la CIE o la CNS.
Per quanto riguarda invece imprese e professionisti, nulla cambia nell’immediato.

Circolare n. 886 – Gestione separata INPS

Con la circolare n. 12 del 5 febbraio 2021, l’INPS ha comunicato le aliquote per il calcolo dei contributi dovuti da tutti i soggetti iscritti alla Gestione separata dell’INPS, il valore minimale e il valore massimale annuo del reddito per l’anno 2021.

Anni di esperienza

Si può dire che conosciamo il nostro lavoro. Da oltre trent’anni lo studio supporta il vostro business.

Clienti Soddisfatti

I clienti dello studio vengono seguiti in modo sartoriale dai nostri professionisti.

Dottori Commercialisti

I professionisti di cui dispone lo studio sono Dottori commercialisti e Revisori contabili.

Contattaci

Le tematiche fiscali e amministrative possono risultare complesse, vieni a parlarne con noi, ti aiuteremo a trovare la soluzione che fa per te!

info@studiopenta.it

 

(+39) 059 342651

 

Modena - Viale Corassori 62

 

Vignola - Via Caselline 633

 

Dal Lunedì al Venerdì 9.00 - 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30

 

10 + 2 =