Circolare n. 866

D.L. 30.11.2020 n. 157 c.d. “Decreto Ristori-quater” – Proroga dei termini per il versamento del secondo acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP.

Proroga al 10 Dicembre 2020 del termine di presentazione dei Modelli Redditi 2020 e della dichiarazione IRAP 2020 

 

Il D.L. n. 157 del 30.11.2020 c.d. “Decreto Ristori-quater” ha prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre 2020 (o, al ricorrere di determinati requisiti, al 30 aprile 2021) il termine per il versamento della seconda o unica rata d’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP per imprese ed esercenti arti e professioni.

E’ stato inoltre posticipato al 10 dicembre 2020 anche il termine per la presentazione dei modelli REDDITI 2020 e della dichiarazione IRAP 2020, in coincidenza con il termine di presentazione del Modello 770/2020 già prorogato dal D.L. 28.10.2020 n. 137 c.d. “Decreto Ristori”

Proroga per il versamento del secondo acconto IRPEF, IRES e IRAP

Con il D.L. n. 157 del 30.11.2020 c.d. “Decreto Ristori-quater” è stato prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre 2020 (o, al ricorrere di determinati requisiti, al 30 aprile 2021) il termine per il versamento della seconda o unica rata d’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP dovuta da imprese ed esercenti arti e professioni.

Viene confermato il differimento al 30 aprile 2021 disposto dall’art. 98 del D.L. 104/2020 e dall’art. 6 del D.L. 149/2020 per i soggetti ISA (cfr. Circolare Studio n. 863 del 17 novembre 2020).

Il termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP dovuto per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2019 (anno 2020 per i soggetti coincidenti con l’anno solare) è posticipato al 30 aprile 2021, senza applicazione di sanzioni e interessi anche per i seguenti soggetti:

  • per gli esercenti attività d’impresa e per i professionisti (ovunque localizzati) che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato e che hanno conseguito nel periodo di imposta precedente a quello in corso al 30 novembre 2020 (2019 per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare) ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro e che, nel primo semestre 2020, hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% rispetto al primo semestre 2019;
  • per gli esercenti attività d’impresa e per i professionisti, a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi o compensi ed alla diminuzione del fatturato e dei corrispettivi, che operano nei settori economici individuati negli allegati 1 e 2 al D.L. 149/2020 e hanno domicilio fiscale o sede operativa nelle c.d. “zone rosse” (individuate alla data del 26 Novembre 2020 con ordinanze del Ministro della Salute) o che gestiscono servizi di ristorazione nelle c.d. “zone arancioni” (individuate alla data del 26 Novembre 2020 con ordinanze del Ministro della Salute).

Per gli esercenti attività d’impresa, arte o professione diversi dai precedenti, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, il versamento della seconda o unica rata delle imposte sui redditi e dell’IRAP è posticipato dal 30 novembre 2020 al 10 dicembre 2020.

Rimane confermata la scadenza del pagamento della seconda o unica rata dei suddetti acconti al 30 novembre 2020 per i contribuenti non esercenti attività d’impresa, arte o professione che presentano il modello Redditi.


 

 

Proroga per la presentazione della dichiarazione dei Redditi e dell’IRAP

Per tutti i contribuenti, il termine di presentazione in via telematica della dichiarazione in materia di imposte sui redditi e della dichiarazione IRAP in scadenza il 30 novembre 2020 è prorogato al 10 dicembre 2020.

Si ricorda inoltre che con l’art. 10 del D.L. 28 ottobre 2020 n. 137 (c.d. “Decreto Ristori”) è stato prorogato sempre al 10 dicembre 2020 anche il termine di presentazione dei modelli 770/2020.

 

Lo Studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

Ultime Circolari

Circolare n. 892 – DPCM 2 marzo 2021

Il D.P.C.M. del 2 marzo 2021, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del COVID-19 sull’intero territorio nazionale, dispone nuove misure restrittive, in vigore dal 6 marzo 2021 al 6 aprile 2021, a seconda del colore assunto dalla Regione legato all’accertamento del grado di rischio assegnato.
L’ordinanza della Regione Emilia Romagna n. 25 del 3 marzo 2021 ha introdotto ulteriori restrizioni per tutti i comuni della Città metropolitana di Bologna e della provincia di Modena, determinando il loro ingresso in “area rossa” per il periodo dal 4 marzo 2021 al 21marzo 2021.

Anni di esperienza

Si può dire che conosciamo il nostro lavoro. Da oltre trent’anni lo studio supporta il vostro business.

Clienti Soddisfatti

I clienti dello studio vengono seguiti in modo sartoriale dai nostri professionisti.

Dottori Commercialisti

I professionisti di cui dispone lo studio sono Dottori commercialisti e Revisori contabili.

Contattaci

Le tematiche fiscali e amministrative possono risultare complesse, vieni a parlarne con noi, ti aiuteremo a trovare la soluzione che fa per te!

info@studiopenta.it

 

(+39) 059 342651

 

Modena - Viale Corassori 62

 

Vignola - Via Caselline 633

 

Dal Lunedì al Venerdì 9.00 - 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30

 

9 + 9 =