Circolare n. 796

IVA – Fattura elettronica – Semplificazioni  – D.L. 23 Ott. 2018 n. 119

In vista dell’entrata in vigore il prossimo  1° gennaio 2019  dell’obbligo generalizzato di fatturazione elettronica,  sono state introdotte alcune semplificazioni  riguardanti  l’emissione e la registrazione delle fatture di vendita, la numerazione e la registrazione delle fatture di acquisto.

Vengono anche  modificate, già a decorrere dal 24 Ottobre 2018,  le modalità di detrazione dell’Iva assolta sugli acquisti in sede di liquidazioni periodiche.

Il decreto introduce inoltre, per il solo primo semestre dell’anno 2019,  la disapplicazione delle sanzioni previste nei casi di tardiva emissione delle fatture.

Il prossimo 1° gennaio entra in vigore l’obbligo generalizzato  di emissione della fattura elettronica nei rapporti B2B e B2C (cfr. Circolare Studio n. 786).

Il D.L. 119 del 23/10/2018 introduce alcune semplificazioni   in materia di  fatturazione  e registrazione delle fatture e  sulla disciplina della detrazione Iva con riferimento  alle liquidazioni mensili.

Il decreto prevede inoltre la disapplicazione delle sanzioni previste nei casi di tardiva emissione delle fatture.

Il D.L. è in corso di conversione   in legge e le relative disposizioni sono quindi suscettibili di modifiche e integrazioni.

 

Modifica dei termini di emissione della fattura – Art. 21 D.P.R. 633/1972

Viene previsto un maggior termine per l’emissione della fattura. A  decorrere dal 1°Luglio 2019, la fattura potrà infatti essere emessa entro 10 giorni dall’effettuazione dell’operazione determinata ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. 633 (e non più “al momento di effettuazione dell’operazione” ) .

Il differimento del termine di emissione non muta il momento di esigibilità dell’imposta, né i termini per la conseguente liquidazione.

In caso di emissione della fattura entro i 10 giorni successivi all’effettuazione dell’o­perazione, nel documento occorrerà indicare specificamente la data di effettuazione della cessione di beni o della prestazione di servizi o la data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo, in quanto diversa dalla data di emissione.

 

Modifica dei termini di registrazione delle fatture emesse – Art. 23 D.P.R. 633/1972

Viene modificato  il termine per la registrazione delle fatture sul registro delle vendite.

A decorrere dal 24 Ottobre 2018, le fatture emesse sono annotate, nell’ordine della loro numerazione, non più entro 15 giorni dall’emissione, bensì entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, e con riferimento al medesimo mese.

Resta ferma l’eccezione prevista per le fatture relative alle cessioni di beni ef­fettuate dal cessionario nei confronti di un soggetto terzo per il tramite del proprio cedente (art. 21 c. 4, terzo periodo, lett. b) del DPR 633/72), le quali devono essere registrate “entro il giorno 15 del mese successivo a quello di emissione, con riferimento al medesimo mese”.

 

Modifica delle modalità di registrazione delle fatture d’acquisto – Art. 25 D.P.R. 633/1972

A decorrere dal 24 Ottobre 2018 viene abolito l’obbligo di numerazione progressiva delle fatture d’acquisto e delle bollette doganali ricevute (l’adempimento risulta peraltro assolto, in via automatica, per le fatture elettroniche che siano inviate tramite il Sistema di Interscambio).

Pertanto l’art. 25 del D.P.R. 633/72, nella sua nuova stesura, prevede esclusivamente che il soggetto passivo annoti sul registro degli acquisti le fatture e le bollette doganali relative ai beni e servizi acquistati o importati nell’esercizio dell’impresa arte o professione, ivi comprese quelle emesse ai sensi dell’art. 17 c. 2 del DPR 633/72.

 

Termini per l’esercizio del diritto alla detrazione IVA – Art. 1 D.P.R.100/1998

Viene introdotta una rilevante modifica ai termini per esercitare il diritto alla detrazione dell’Iva assolta sugli acquisti in sede di liquidazioni periodiche.

A decorrere dal 24 Ottobre 2018 anche l’imposta relativa ai documenti di ac­quisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione può essere computata in detrazione entro il termine previsto per la liquidazione periodica relativa al mese di effettuazione.

In questo modo viene a coincidere il periodo di versamento dell’imposta da parte del   fornitore con il periodo di detrazione dell’imposta  da parte del cliente.

La nuova disposizione non si applica per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente.

La disciplina si applica a decorrere dal 24 Ottobre 2018, quindi già in occasione della liquidazione Iva del mese di ottobre da effettuarsi entro il 16 novembre, potrà essere computata in detrazione l’imposta Iva risultante da fatture di ottobre ricevute, e annotate, entro il 15 novembre.

 

Esclusione e riduzione delle sanzioni per il primo semestre 2019

In relazione all’obbligo di fatturazione elettronica, il D.L. 119/2018 definisce nuove misure che consentono di limitare i possibili effetti negativi con­­seguenti a ritardi nell’adeguamento dei sistemi informatici.

In particolare, per il primo semestre del 2019:

  • non si applica la sanzione di cui all’art. 6 del DLgs. 471/97 (dal 90% al 180% dell’imposta)  se la fattura viene emessa in formato elettronico oltre il termine previsto dall’art. 21 del DPR 633/72, ma entro il termine di effettuazione della liquidazione IVA periodica (mensile o trimestrale);
  • si applica la riduzione dell’80% della predetta sanzione se la fattura viene emessa oltre il termine previsto dall’art. 21 del DPR 633/72, ma entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica IVA del periodo successivo.

Lo Studio è a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

Ultime Circolari

Circolare 799

Circolare n. 799 D.L. 123/10/2018 n. 119 -  La "Rottamazione ter"  dei ruoli Il D.L. 23.10.2018 n. 119 ha riproposto  la c.d. "rottamazione dei ruoli"  che consente  di stralciare  gli interessi di mora e le sanzioni amministrative, principalmente di natura...

Circolare 798

Circolare n. 798 Decreto 23/10/2018 n. 119 - Novità in materia di definizioni delle pendenze tributarie Sono state introdotte diverse definizioni delle pen­denze tributarie, che, con alcune eccezioni, si caratterizzano per non comportare alcuno stralcio del debito...

Circolare 797

Circolare n. 797 Acconti IRPEF/IRES/IRAP - Acconto cedolare secca - Acconto IVIE e IVAFE - Acconto contributo previdenziale gestione separata INPS - Scadenza 30 novembre 2018 Il 30 novembre 2018 scade il termine per il versamento degli acconti delle imposte Irpef,...

Anni di esperienza

Si può dire che conosciamo il nostro lavoro. Da oltre trent’anni lo studio supporta il vostro business.

Clienti Soddisfatti

I clienti dello studio vengono seguiti in modo sartoriale dai nostri professionisti.

Dottori Commercialisti

I professionisti di cui dispone lo studio sono Dottori commercialisti e Revisori contabili.

Contattaci

Le tematiche fiscali e amministrative possono risultare complesse, vieni a parlarne con noi, ti aiuteremo a trovare la soluzione che fa per te!

info@studiopenta.it

 

(+39) 059 342651

 

Modena - Viale Corassori 62

 

Vignola - Via Caselline 633

 

Dal Lunedì al Venerdì 9.00 - 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30

 

8 + 6 =