Circolare n. 915

 

D.L. n. 73 del 25 maggio 2021 c.d. “Decreto Sostegni-bis”- Crediti di imposta nonché provvedimenti attuativi di precedenti disposizioni agevolative

 

Il “Decreto Sostegni-bis” (D.L. 25 maggio 2021 n. 73) entrato in vigore il 26.05.2021, ha esteso e prorogato il credito di imposta per i canoni di locazione degli immobili ad uso non abitativo e ha istituito un nuovo credito di imposta per la sanificazione degli ambienti e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale. Sono stati inoltre emanati i provvedimenti relativi all’istanza per il riconoscimento del credito di imposta per i sistemi di filtraggio dell’acqua e l’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto per la riduzione dei canoni di locazione ad uso abitativo.

Credito di imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda

Il “Decreto Sostegni-bis” ha previsto un’ estensione e una proroga del credito di imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, istituito dall’art. 28 del D.L.34/2020 (Cfr. Comunicazione di Studio del 22.05.2020).

Soggetti ammessi

  • esercenti attività d’impresa, arte o professione con ricavi o compensi non superiori a 15 milioni di euro (in luogo ai precedenti 5 milioni), nel secondo periodo d’imposta antecedente a quello di entrata in vigore del presente decreto (per i soggetti con periodo di imposta coincidente con l’anno solare si intende l’anno 2019);
  • enti non commerciali;
  • enti del Terzo settore;
  • enti religiosi civilmente riconosciuti.

Determinazione della misura del credito

Il credito di imposta spetta in relazione ai canoni versati con riferimento a ciascuno dei mesi da gennaio 2021 a maggio 2021 e nelle stesse misure già previste dall’art. 28 c.1 e 2 del D.L. 34/2020:

  • in misura pari al 60% dell’ammontare mensile dei canoni di locazione, leasing o di concessione dei suddetti immobili ad uso non abitativo;
  • in misura pari al 30% in caso di contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda comprensivi di almeno un immobile a uso non abitativo.

Inoltre, è riconosciuto sui canoni di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati:

  • allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico;
  • all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo;
  • allo svolgimento dell’attività istituzionale per gli enti non commerciali.

Ai soggetti locatari esercenti attività economica, il credito d’imposta spetta a condizione che l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo compreso tra il 1° aprile 2020 e il 31 marzo 2021 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo compreso tra il 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020.

Il credito d’imposta spetta anche in assenza dei requisiti di cui al periodo precedente ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dall’ 01.01.2019.

Per le imprese turistico – ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator, il credito di imposta spetta nella misura del 50%,  fino al 31 luglio 2021 e alle medesime condizioni previste dall’art. 28 c.5 del D.L. 34/2020 (Cfr. Circolare di Studio n. 879 del 20.01.2021).

Per l’utilizzo del credito di imposta in compensazione tramite Mod. F24, il codice tributo è 6920 (Cfr. R.M. 32/2020).

Al credito di imposta si applicano i limiti e le condizioni previsti dal “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”, e successive modifiche.


 

Credito di imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione

Il “Decreto Sostegni-bis” ha previsto un nuovo credito di imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione.

Soggetti ammessi

  • esercenti attività d’impresa, arti e professioni;
  • enti non commerciali compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti;
  • strutture ricettive extra-alberghiere a carattere non imprenditoriale dotate di codice identificativo ex art. 13-quater c.4 D.L. 34/2019 (locazioni brevi e attività ricettive).

Determinazione della misura del credito

Il credito d’imposta spetta in misura pari al 30% delle spese sostenute nei mesi di giugno, luglio ed agosto 2021, nella misura massima di 60.000 euro per ciascun beneficiario e nel limite complessivo di 200 milioni di euro per l’anno 2021.

Spese ammissibili al credito di imposta

  1. Spese per la sanificazione degli ambienti nei quali è esercitata l’attività lavorativa e istituzionale e degli strumenti utilizzati nell’ambito dell’attività lavorativa;
  2. somministrazione di tamponi per Covid-19 a coloro che prestano la propria opera nell’ambito delle attività lavorative ed istituzionali dei soggetti ammessi al credito;
  3. acquisto di dispositivi di protezione individuale, quali mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea;
  4. acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti;
  5. acquisto di dispositivi di sicurezza diversi dai precedenti quali: termometri, termo scanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea, ivi incluse le eventuali spese di installazione;
  6. acquisto di dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, ivi incluse le eventuali spese di installazione.

Richiesta e modalità di fruizione

Il credito di imposta è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta di sostenimento della spesa ovvero in compensazione, mediante il modello F24 presentato tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Il contributo non concorre alla formazione del reddito ai fini IRPEF, IRES ed IRAP, né ai fini del rapporto di cui agli artt. 61 e 109 c.5 del TUIR.

Con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, ad oggi non ancora emanato, saranno stabiliti i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del credito di imposta.


 

Credito di imposta per il miglioramento dell’acqua potabile

Con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate (Prot. n. 153000/2021) sono stati definiti i criteri e le modalità di applicazione e fruizione del credito d’ imposta per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio di acqua, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica (Cfr. Circolare di Studio n. 879 del 20.01.2021).

La comunicazione potrà essere presentata dal 1° febbraio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese agevolabili.


 

 

Istanze per il contributo a fondo perduto per la riduzione  dell’importo del canone di locazione

Il contributo in oggetto è stato previsto dall’art. 9-quater del D.L. 137/2020 conv. in L:176/2020 (Cfr. Circolare di Studio n. 883 del 27.01.2021).

L’Agenzia delle Entrate con provv. n. 180139/2021, ha definito il contenuto e le modalità di presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto, a favore dei locatori, per la riduzione dell’importo del canone di locazione di immobili a uso abitativo in relazione a contratti:

  • che presentano i requisiti illustrati nella circolare sopra richiamata;
  • rinegoziati con decorrenza pari o successiva al 25.12.2020, con comunicazione presentata (Mod. RLI) entro il 31.12.2021.

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre chiarito che sono ammessi al beneficio sia i contratti di locazione in regime ordinario (soggetti a imposta di registro) sia quelli in regime di cedolare secca.

Le domande possono essere presentate dal locatore o da un intermediario delegato, esclusivamente in modalità telematica, a partire dal 06.07.2021 e fino al 06.09.2021

 

Lo Studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

Ultime Circolari

Circolare n. 970 – Novità del Decreto “Aiuti-quater” D.L. n. 176/2022

Circolare n. 970 – Novità del Decreto “Aiuti-quater” D.L. n. 176/2022

Il D.L. 176/2022 (c.d. Decreto “Aitui-quater”) ha elevato la soglia dei fringe benefit che passano da euro 600 a euro 3.000 per l’anno 2022.
Il provvedimento ha inoltre introdotto un credito di imposta per l’adeguamento degli strumenti di memorizzazione e trasmissione telematica da effettuarsi nel 2023.
Sono state infine prorogate le riduzioni delle aliquote di accisa e IVA sui carburanti.

Circolare n. 969 – Conversione in legge del c.d. “Decreto Aiuti-ter” D.L. n. 144/2022 Semplificazioni al modello di autodichiarazione degli aiuti di Stato da presentare entro il 30.11.2022

Circolare n. 969 – Conversione in legge del c.d. “Decreto Aiuti-ter” D.L. n. 144/2022 Semplificazioni al modello di autodichiarazione degli aiuti di Stato da presentare entro il 30.11.2022

La L. n. 175/2022 di conversione del D.L. n. 144/2022 c.d. “Aiuti-ter”, entrata in vigore il 18.11.2022 ha confermato le precedenti disposizioni ed altresì prorogato fino al 18 novembre le riduzioni delle aliquote di accisa su alcuni carburanti e dell’IVA al 5% sulle forniture di gas naturale.
L’agenzia delle Entrate, ha nei mesi scorsi prorogato e da ultimo semplificato la compilazione del modello di autodichiarazione degli Aiuti di Stato introducendo una nuova casella – casella “ES” – che permette unicamente ai soggetti che dichiarano di rispettare determinate condizioni, di non indicare l’elenco dettagliato degli aiuti fruiti.

Anni di esperienza

Si può dire che conosciamo il nostro lavoro. Da oltre trent’anni lo studio supporta il vostro business.

Clienti Soddisfatti

I clienti dello studio vengono seguiti in modo sartoriale dai nostri professionisti.

Dottori Commercialisti

I professionisti di cui dispone lo studio sono Dottori commercialisti e Revisori contabili.

Contattaci

Le tematiche fiscali e amministrative possono risultare complesse, vieni a parlarne con noi, ti aiuteremo a trovare la soluzione che fa per te!

info@studiopenta.it

 

(+39) 059 342651

 

Modena - Viale Corassori 62

 

Vignola - Via Caselline 633

 

Dal Lunedì al Venerdì 9.00 - 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30

 

11 + 1 =